Togliere la mascherina nelle classi al tempo del Covid-19

La frase del momento: “L’obiettivo è togliere la mascherina nelle classi in cui sono tutti vaccinati”.

Si sente spesso in questi giorni questa definizione di “sicurezza”.
Non c’è alcuna sicurezza in questa frase, non c’è alcuna intelligenza. a mio avviso l’affermazione corretta dvrebbe poter essere: “L’obiettivo è togliere la mascherina nelle classi in cui sono stati tutti verificati quotidianamente tramite tampone istantaneo”.
E aggiungerei: “…reso possibile da un governo che si è impegnato nel rendere possibile la comprensione, la prevenzione, la cura e la vaccinazione per il COVID-19”.

E anche se in questa circostanza può esistere una percentuale bassissima di rischio, questa è l’unica condizione per cui si possono avere ambienti “puliti”, dove quindi si possa vivere la normalità della quotidianità, libertà e, perché no, contatto fra le persone.

Parlare di vaccino è quindi ancora un ricatto morale perché quell’unico bambino che non sarà vaccinato in una classe di vaccinati sarà colpevole di costringere la classe alla mascherina. Non è accettabile, non è accettabile che un governante non capisca la discriminazione che si cela dietro ad un ragionamente che tende a risolvere un problema, come quello del COVID-19, con il minimo sforzo: risolverlo SOLO con il vaccino.
E le cure a chi si ammala (con e senza vaccino)? E la prevenzione? E il controllo?

Questo tipo di virus ci ha insegnato che, al momento, per le sue caratteristiche, non è tale da poter essere sconfitto in quanto, ripeto, al momento, non si può essere immuni dal contaglio, vaccinati e non vaccinati sono soggetti al contaglio e alla malattia anche se sicuramente in forme diverse. Per questo, non sarà il vaccino a salvarci, il vaccino potrà invece proteggere e potrà scoraggiare la diffusione.

Quello che ci salverà sarà una reale comprensione, una reale prevenzione, una “cura” affiancata al vaccino, applicata al malato al fine di ridurre a percentuale bassissima il rischio di morte, e un relae controllo del fenomeno e del suo significato e quindi un reale percorso di crescita a seguito di questa esperienza che tutti stiamo vivendo.

Altri articoli

Scopri di più