03.08.2018

GDPR e Italia, continua il fenomeno delle fatidiche date che fanno clamore in attesa del decreto legge

Il GDPR è in vigore senza il decreto legge italiano e ci avviciniamo alla prossima data di scadenza, il 21 agosto 2018

Siamo al 3 di agosto 2018 e, per quanto concerne GDPR e decreto legge italiano, come si dice in certi particolari casi, non si muove una foglia.

Questo è stato il termine più tecnico che io sia riuscito a pensare quando, cercando online aggiornamenti importanti, degni di cadere nella categoria dell’informazione giornalistica, sul decreto legge di cui siamo in attesa in merito al GDPR, normativa europea, mi ritrovo con articoli che portano con loro una data compresa fra il maggio ed il giugno 2018, momento storico in cui fece eco clamoroso la data del 25 maggio e tutti (ma proprio tutti) hanno detto la loro, solo ed esclusivamente per fare traffico.

Si, una volta l’informazione era un valore morale, oggi è, come quasi tutto il resto, business e denaro e sul web il primo business è il traffico.

Ho tentato varie combinazioni nella ricerca in Google con le parole chiave GDPR, decreto legge, news, aggiornamenti, normativa europea, privacy e altre ma nulla, scorro i risultati di ricerca senza alcun successo e senza riuscire, effettivamente, neanche ad entrare in qualche articolo in quanto le date leggibili dalla pagina dei risultati di ricerca mi sottolineano sempre una anzianità di almeno 2 mesi. Pressappoco al 10 di giugno le fonti principali si sono calmate e sono tornate dormienti, forse in attesa di un successivo clamore, per il quale alzare di nuovo la testa e gridare all’emergenza.

La voce più attendibile (ma sarà vera?) è che l’Italia sia di nuovo in ritardo per cui anche la data del 21 Agosto 2018 sembra essere destinata a saltare per avere un decreto legge che determini la misura dell’adeguamento dell’Italia alla normativa europea ormai famosa come GDPR. Ma non è ovvio? L’Italia che non è riuscita a rispettare la data del 25 maggio 2018 perché dovrebbe farcela con 90 giorni di proroga quando questi cadono nel periodo estivo?

Ci limitiamo quindi a ricordare tecnicamente la procedura all’interno della quale ci troviamo.

I tempi del decreto legislativo italiano

La legge (italiana) numero 163 del 25 Ottobre 2017 (leggi la legge) delega il Governo Italiano ad adottare, entro 6 mesi dalla data di entrata in vigore della suddetta legge (21 Novembre 2017), uno o più decreti legislativi per conformare la nazione italiana alla normativa europea (o regolamento europeo) numero 679 del 2016 noto come GDPR.

Il termine quindi era il 25 Maggio 2018 ma ai sensi dell’articolo 31, comma 3, della legge nmero 234 del 2012, la scadenza della delega, in assenza dei due pareri delle Commissioni dei rispettivi rami parlamentari, è prorogata di 90 giorni e quindi si ha una nuova data, quella del 21 agosto 2018.

commenti

Menu
cancel