10 articoli per scoprire se il vostro progetto WordPress è di valore – 3. Maintenance

Un potente indicatore di valore per il nostro progetto web basato sul CMS WordPress è il valore economico che ci viene chiesto per la maintenance.

Con un po’ di ritardo ma siamo al capitolo 3 del nostro viaggio attraverso i vari metodi per capire se il vostro progetto WordPress, il più popolare dei CMS web, sia o non sia di affermato valore.

In questo articolo di occupiamo di indagare la maintenance ovvero quanto è necessario per mantenere tecnicamente aggiornato il nostro progetto. Dobbiamo quindi soffermarci sul concetto di aggiornamento. Abbiamo due tipi diversi di aggiornamento dal punto di vista del suo significato se facciamo riferimento ad un progetto digital per il web:

  • Aggiornamento tecnico
  • Aggiornamento come miglioramento (o best practice)

Aggiornamento tecnico

Un aggiornamento tecnico è, in sintesi, l’installazione di uno script più recente rispetto ad uno script più datato.
Un intero progetto web è fatto di script. Essenzialmente uno script è un file di codice scritto in una particolare lingua (informatica) che realizza espressamente una determinata funzione logica di progetto:

  • WordPress stesso è un insieme di script
  • Il tema installato è un sottoinsieme di script del core di WordPress
  • Alcune librerie Javascript (come ad esempio jQuery) sono a loro volta script
  • Alcune librerie autografe del programmatore (o agenzia) che cura il vostro progetto sono script.

L’esempio perfetto con gli script di WordPress e di jQuery

Il core di WordPress è l’insieme dei file rilasciati dal progetto stesso e che sono sempre (o per lo meno questo è il loro intento) migliorativi delle prestazioni, della sicurezza e delle capacità di WordPress. Quando si passa da WordPress 4.2 a WordPress 4.3 stiamo quindi facendo un aggiornamento tecnico per migliorare il nostro progetto.
Solitamente è pratica comune fidarsi degli aggiornamenti certificati, come quelli di WordPress, dietro al quale ci sono certificazioni provenienti da gruppo controllati di sviluppatori che garantiscono il loro stesso lavoro.

L’aggiornamento di uno script come quello di jQuery è accessorio ovvero non è rilasciato da cuore del vostro progetto WordPress. In questo caso WordPress si avvale delle librerie di jQuery per effettuare azioni logiche javascript e si affida a jQuery per una lunga lista di ragioni che sono stiamo qui ad elencare ma di cui per lo più possiamo fidarci.

Una nostra specifica logica, creata dai programmatori che hanno dato vita al tema del nostro progetto, potrebbe però non essere degna di fiducia quanto lo è il cuore certificato di WordPress e quindi un aggiornamento degli script di jQuery potrebbe invalidare alcune nostre logiche se queste non sono state create a regola d’arte (e per lo più non lo sono).

Per questa ragione l’aggiornamento di jQuery può essere considerato sicuro per quanto riguarda la relazione di jQuery con il Core (cuore) di WordPress ma potrebbe essere reputato insicuro per la relazione con le nostre logiche specifiche e personali del progetto create dagli autori dello stesso.
Per questa ragione, a seguito di un aggiornamento tecnico, è necessaria una verifica della compatibilità del nostro tema (che contiene logiche specificatamente create) con gli script aggiornati.

Aggiornamento come miglioramento (best practice, problem solving, improvement)

Un’evoluzione delle capacità del programmatore, sviluppatore o agenzia che segue il nostro progetto, potrebbe condurre ad un necessario aggiornamento degli script in senso di miglioramento delle prestazioni e questo coinvolge sempre i temi scottanti di “velocità di esecuzione”, “sicurezza” e “prestazioni” (è sempre la solita storia…).

Ci dobbiamo aspettare questo tipo di aggiornamenti perché è sempre possibile migliorare le prestazioni del nostro progetto. Non sempre i programmatori aggiornano i clienti su questo tipo di aggiornamenti perché dal punto di vista dei programmatori l’aggiornamento è sempre un “Hops! ho finalmente trovato il modo di farlo meglio!” e temono sempre che il cliente lo possa pensare (l’aggiornamento) come un “ma allora prima era mediocre?”. Per questo l’aggiornamento migliorativo passa di solito in sordina.

La maintenance di un progetto WordPress

In sintesi, ed in definitiva, la maintenance di un progetto WordPress è una pratica che il cliente deve pretendere e che il fornitore deve poter garantire. Il progetto deve rimanere aggiornato tecnologicamente come lo era al giorno stesso del rilascio e la programmazione deve sempre essere migliorata. Il fatto è che questa pratica che si divide in due (aggiornamenti tecnici ed aggiornamenti come miglioramenti) non vale più di qualche centinaia di euro all’anno.

Per quanto concerne gli aggiornamenti tecnici si tratta di un’operazione che comprende l’accedere al back-end di WordPress e aggiornare Core del progetto ed eventuali (pochi) plugin (leggi l’articolo sull’uso dei plugin di WordPress) mentre per quanto concerne gli aggiornamenti migliorativi si chiede al programmatore (o agenzia) che segue il nostro progetto di “restare sul pezzo” e garantisci sempre (quando possibile) migliori prestazioni.

In definitiva la maintenance di un progetto WordPress è più che consigliata ma deve trattarsi di una cifra ragionevole che vada (a seconda della grandezza e della complessità del progetto) dai € 20,00 ai € 50,00 / mese.

Consigli pratici

Non lasciatevi intenerire da programmatori (o agenzie) che vi chiedono fee mensili superiori a tali citate cifre giustificandole con paroloni e sforzi da Jedi, WordPress è un progetto che, se scritto professionalmente, si aggiorna praticamente da solo e il miglioramento che il programmatore (o agenzia) ci propone non rivoluziona in modo quantistico gli equilibri dell’universo ma sì e no migliora una logica elementare di una frazione di secondo che in questa era 5G non influisce su vostro rating con Google.

Menu
Scopri di più